January 28, 2013

AltaRoma AltaModa 2013 -Le Rose di Giada Curti e la Monstera di Nino Lettieri. La passerella diventa Giardino delle Mervaiglie


Dopo aver tessuto le lodi - meritatissime - delle nuove leve che hanno calcato le passerelle di AltaRoma - San Andres Milano, Suzanne Susceptible e MarcoBologna - concentriamo ora sui nomi affermati dell'Alta Moda. Inziamo con un post 'doppio', ispirato alla natura ed in particolare alle Rose ed alla Monstera, che, rispettivamnete hanno ispirato le collezioni di Giada Curti e Nino Lettieri.

Dopo averci trasportato nel magico mondo del Circo, la scorsa stagione, questa volta Giada Curti, con   Poème Rose, crea di abito in abito un percorso delicato e profumato tra le rose. Cipria, verde acqua, rosa antico e celeste polvere sono le sfumature dei delicatissimi abiti da sera, impreziositi da pizzi e macrame' ed apprettato con acqua di rosa.

ph. Luca Sorrentino / L. sorrentino




A completare quest'immaginaria passeggiata tra le rose un riferimento alla pittrice Elisabeth Vigèe- Le Brun ed i suoi ritratti che Giada Curti prende come modello nel definire un'immagine di donna 'nobile e semplice, apparentemente fragile, ironica e civettuola'.




--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Il nostro Giardino delle Meraviglie si completa con Nino Lettieri e la sua collezione Monstera, ispirata all'omonima pianta pluviale amazzonica.
Colori e forme della Monstera animano gli outfit in passerella - dal total white e total black, dal verde alla loro mescolanza.
Abiti leggeri e fluttuanti in chiffon, organza e raso satin, in cui la monstera ricamta e stampata da un tocco di freschezza ad ogni outfit, ottimo per le calde notti d'estate in riva al mare per un coktail o a cena fuori.

ph. Raffaele Soccio / L. Sorrentino





La monstera si arrampica sulle braccia delle modelle, diventa maxi orecchino e ricamo in 3D  grazie agli  accessori in plexiglass creati da Wood&Co ela ritroviamo anche nella silhouette dei sandali in raso di seta e pailette di Luigi Iovino.


Non puo' mancare infine la Sposa, avvolta in una campana di organza, ricamta con piccole grandi monstere.


No comments:

Post a Comment

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...