July 13, 2017

AltaRoma Luglio 2017. A.I. Prove Tecniche di Trasmissione


A.I. Artisanal Intelligence, il progetto di arte, moda, ricerca e artiginato curato da Clara Tosi Pamphili e Alessio de' Navasquez, ha di nuovo creato, nell'edizione di luglio di AltaRoma,un momento di di calma e razionalita', a bilanciare la velocita' delle sfilate e delle condivisioni sui social media di foto e video sfuocati.
Questa la forza di A.I. che continua ad offrire agli addetti ai lavori e al pubblico spunti di riflessione sul passato, presente e futuro della moda e sul suo rapporto con il mondo che la circonda. Dopo le suggestioni di bottega e artigianali di A.I. Studio' di gennaio, questa volta il focus e' sui tentativi e le prove che i designer affrontano nell'atto di creare una cnuova collezione e dei costumi di scena, ispirandosi alle prove tecniche di trasmissione della Rai degli anni '70.



Il percorso coinvolge l'artista Isabella Ducrot, il costumista Gianluca Falaschi, 10 designer contemporanei e l'Accademia di Costume e Moda , la Sartoria Farani e The One dimostrando come anche la prova e non solo la trasmissione, sia in se' perfetta e importante, momento di creativita' e di infinite possibilita' e come moda e costumi di scena siano in realta' facce della stessa medaglia visto che il mondo e' palcoscenico e ' l'abito fa il monaco' anche nella vita reale.

July 9, 2017

AltaRoma Luglio 2017. Renato Balestra, le Principesse ed il Blue.


Nero, giallo e melograno. Una palette di colori limitata che esalta lo stile e l'ispirazione fiabesca 'Princess Collection' di Renato Balestra. Ricami, nastri e pizzi arricchiscono ogni look con leggerezza e classe, ne accentuano la silhouette e lo rendono regale.






Se fosse possibile nominerei Balestra come ' Re di Roma' ad honorem, dopo questa edizione, vista la sua determinazione nel continuare a promuovere Roma e AltaRoma, non solo sfilando, ma anche contribuendo al progetto' Be Blue Be Balestra' alla sua terza edizione. Iniziativa iniziata nel 2013 con designer emergenti,  proseguita nel 2014 con gli allievi dell'Accademia di Costume e Moda,  che sono stati coinvolti anche in questa edizione. Cinque allievi del Master di Alta Moda e cinque del Master in Design degli  Accessori hanno avuto accesso all'archivio della Maison per trarre ispirazione nel creare abiti e accessori dal colore blu. Vincitori della competione, Vasiliki Grammenou per la moda e Li Kexuan per gli accessori.



AltaRoma Luglio 2017. Clorofilia. Marco Grisolia e l'Armonia.


Difficile se non impossibile descrivere solo a parole un evento multisensoriale e immersivo come Clorofilia, in cui moda, arte, luci, suoni e fotografia sono una cosa sola. Nell'ambito degli eventi In Town di AltaRoma, Clorofilia ha unito quattro artisti per lanciare un messaggio di armonia e pace con la natura e il mondo e si conferma come uno degli eventi piu' interessanti del calendario 'fuori passerella', a seguito dell'evento dell'edizione di gennaio, organizzato dallo stesso team.


Centrale la capsule collection 'senza stagione' (l'etichetta FW18 e' una convenzione)  di Marco Grisolia che ha deciso di non far uscire un comunicato stampa con la descrizione della collezione ma rende tutto piu' semplice, lasciando  a chi la guarda e  di dargli il proprio significato e a chi la indossa la liberta' di scegliere questo o quel capo anche solo per il loro valore estetico. 

(N.d.R. Le immagini del lookbook mi sono arrivate a fine maggio e volendo scriverne un paio di settimane fa, notando che nella mail non c'era il cs, ho mandato una mail all'uffucio stampa che mi ha fatto sapere che non c'era cs per una scelta del designer.)

 

Alba, mezzoggiorno, crepuscolo e notte; questi quattro momenti scandiscono l'installazione Clorofilia. Momenti creati e catturati dagli elemnti botanici di Antonio Panella, il paesaggio sonoro di John B.Arnold e la serie fotografica di Marco D'Amico spingono a riflettere sulla necessita' di stabilire un rapporto positivo e responsabile con la Natura.





July 7, 2017

AltaRoma Luglio 2017. Vincitori Who Is On Next Donna.


ACT  N° 1 vince il contest Who is On Next in collaborazione con Vogue Italia per la categoria abbigliamento donna, nella seconda giornata di sfilate, dopo l'apertura di ieri con i marchi che hanno partecipato alla gara negli anni passati.

Brand nato nel 2016 e disegnato dal duo Luca Lin e Galib Gasanov prosegue il trend che vede vincere brand prodotti in Italia ma come Miahatami , di origine iraniana che vinse lo scorso anno. Questo forse, a dimostrazione che l'unione tra l'alta qualita' della produzione e della formazione italiana, unita alla creativita' multiculturale da ottimi risultati e sta creando, speriamo, i brand italiani del futuro. 

Ispirati dalle reciproche culture, quella cinese e quella dell'Azerbaihan, i due stilisti hanno fatto sfilare una collezione  destrutturata, caratterizzata da abiti, top, gonne e pataloni sovrapposti tra loro e mixati ma legati assieme dal filo conduttore delle stampe tradizionali e folkloristiche dei paesi d'origine dei designer.






Interessanti anche le proposte romantiche di Davide Grillo, gli elaborati outfit ricamati e stampati di CORA e il mix di maglieria e denim di Marco Rambaldi.

DAVIDE GRILLO




CORA



MARCO RAMBALDI










AltaRoma Luglio 2017. Spirit of Rome.Greta Boldini, Morfosis, Moi Multiple


Chi frequenta AltaRoma, dopo qualche stagione, sa che come parte dell'esperienza ci saranno alcuni elementi iconici che ricorrono: le amichevoli ma stanche facce dello staff di AltaRoma, i mitici autisiti, gli innumervoli caffe' tra una sfilata e l'altra, lo sciopero fei mezzi, i blogger agghindati 'wanna be', le 'signorone' romane della Roma bene in gran spolvero etc... Su una nota piu' seria pero', dal suo debutto nel 2013 a Roma, il  tableau vivant di Greta Boldini, brand di Alexander Flagella, e' diventato un appuntamento fisso e molto amato delle sfilate capitoline.

Questo brand, assieme a Morfosis e Moi Multiple, ha inaugurato l'edizione estiva 2017 di AltaRoma con una covergenza casuale ma perfetta di mood che hanno ispirato le tre sfilate. Infatti direttamente o indirettamente le passerelle di ieri hanno catturato l'essenza di Roma; imperfetta e in bilico tra sacro e profano, eresia e tradizione. 

Luglio e' l'edizione che ogni anno non posso seguire per motivi di lavoro e pur non potendo catturare l'atmosfera della manifestazione con la mia solita passione e curiosita' recensisco le collezioni presentate.

July 4, 2017

Green Carpet Awards. The 10 Finalists Looks


Un post veloce per aggiornare quello precedente sui Green Carpet Awards che vedranno il vincitore decretato a fine settmebre a Milano. Ancora non ci sono foto ufficiali ma sull'account IG di Sara Maino, a capo dei Vogue Talents per Vogue Italia, da ieri ci sono i 10 look finalisti della competizione. Le immagini non sono editate, ma danno comunque un'idea ben chiara dello stile e delle creazioni dei 10 stilisti.

--------------------

A quick post to update the previous one on the Green Carpet Awards that will see the winner proclaimed at the end of September in Milan. There are no official pictures yet but on Sara Maino's IG account, she's head of Vogue Talents, there are the 10 looks snapped by herself. The pictures are not edited but they give a clear idea of the style and of the outfits by the 10 designers.














































June 22, 2017

Green Carpet Challenge Comes to Italy.

Tiziano Guardini. Abito in seta sostenibile

Non sara' notizia dell'ultimo minuto - l'annunico 2 settimane fa - ma per chi segue le news di moda italiane e i brand emergenti l'elenco dei 10 semifinalisti del Green Carpet Talent Competition e' una ventata d'aria fresca per due motivi; il coinvolgimento di marchi italiani da parte di questa piattaforma internazionale in collaborazione con la Camera Nazionale della Moda Italiana e il focalizzare l'attenzione sulla sostenibilita' della moda.

Con molta sorpresa nella lista dei partecipanti ce ne sono 3 che conosco bene e che al momento, ovviamente, sono i miei tre favoriti, fino al momento in cui i look di tutti saranno svelati prima della finale il 24 settembre. Quattromani, Tiziano Guardini e EDITHMARCEL sono i partecipanti che a vario titolo conosco personalemte o ne ho scritto su questo blog, o tutte e due.

-------------------

It's not a breaking news - it's 2 weeks old now - but if you follow Italian fashion news and emerging designers, the 10 shortlisted semifinalist of the Green Carpet Talent Competition is truly a breath of fresh air for two reasons: the involvement of Italian labels by this international platform in collaboration with the Italian Fashion Council and a major focus on sustainability of fashion.

I was gladly surprised to find among the shortlisted designer 3 names that I know well and that, for now, are my favourites, till the moment when tthe 10 looks will be revealed before the final on September 24th in Milan. Quattromani, Tiziano Guardini and EDITHMARCEL are the ones that I either personally know or I wrote about or both.

Quattromani FW18

La sostenibilta' della moda e' un tema che mi sta molto a cuore e pur non sbandierandolo sui social media, nella mia vita privata quotidiana faccio delle scelte in linea con l'obiettivo di 'comprare meno ma comprare bene'. Non avendo un budget sostanzioso per puntare su marchi etici, da quando ho uno stipendio - 15 anni orsono - faccio shopping quando ho bisogno di qualcosa, tratto bene capi ed accessori per farli durare e evito Primark come la peste ( leggete perche' qui). Non vi fate ingannare dagli outfit su IG: il 90% sono cose che ho nell'armadio da 5 anni, rimescolate e riabbinate.

--------------------

Sustainability in fashion is a topic that's really dear to me and even if I don't shout about it on social media, in my private daily life I've been making choices in line with the motto 'buy less, buy well'. I don't have a budget to buy ethical brand at the moment but since I started having a salary - 15 years ago - I only shop when I need to, I take care of clothes and accessories to make them last and I avoid Primark like the plague. Don't get fooled by my outfits on IG: 90% of it is stuff I have had in my wardrobe for the past 5 years, just remixed and rematched.

EDITHMARCEL

EDITHMARCEL

April 2, 2017

Guida Alternativa alle Stampe Floreali SS17

Credits: Krish Nagari . The Upcoming


Non inizio il post con la citazione sarcastica del Diavolo Veste Prada (Avanguardia Pura!) ma la voglia di non cadere nella 'trappola' floreale arriva puntuale ogni primavera. Fortunatamente sia per lei che per lui per la stagione SS17 ci sono delle alternative altrettanto valide a fori e fiorellini. 

Basta spostare l'attenzione solo un po' in la' e sostituire a flora parole alcune chiave (balze, pieghe, quadretti, righe e stampe) e tenere a mente il concetto di voler mettere insieme un outfit 'fresco' e leggero.
--------------------
I'm not starting this post with the sarcastic quotation from The Devil Wears Prada (Groundbreaking!) but the wish not to fall in the floral 'trap' is real at the beginning of the season. Luckily for both genders there are alternatives to flowers worth of out attention for the SS17 season.

You just need to focus on switching the word flora with  few key words ( ruffles, pleats, gingham, stripes and prints) and to bear in mind that all you want to achieve is a crisp and light outfit.


RUFFLES AND PLEATS

Simon Rocha





April 1, 2017

Love You Mr Chinos


Il clima mite e'  arrivato, posso metter via il denim e indossare finalmente i miei amati chinos. Non sono mai stato un estimatore dei jeans ma non posso negare che sono uno di quei capi che rendono veloce la vestizione mattutina nelle fredde mattine d'inverno.

Ho iniziato a mettermi i chinos tre settimane fa a lavoro ed e' una bellissima sensazione: dalla leggerezza del tessuto alla morbidezza del cotton-twill, la varieta' di colori e sopratutto la versalitita'. Basta una polo o una t-shirt per creare un look formale o casual.

Al momento ne ho tre paia - verde, stone e sabbia - ma a breve ne acquistero' almeno atre due paia in navy e ecru.
A seguire alcune ispirazione per un look con i chinos dal sito Mr Porter. Magari avessi i €€€ per comprarli ma se ne trovano di buona qualita' anche nei negozi high street.

--------------------

Warm weather is here, I can ditch denim and finally wear my beloved chinos trousers. I've never been a great fan of jeans but I can't deny that they're a staple item that makes getting ready for work in the cold winter mornings really easy. 

I started wearing chinos three weeks ago at work and it feel so good: from the light weight fabric to the softness of the cotton-twill, the range of colours and most of all their versatility. You can dress them up or down easily with a polo shirt or just a tee.

At the moment I only own three pairs - green, stone and sand - but I'm planning to add two more this season -probably a navy and a an ecru one.
Below some outfit inspirations taken from Mr Porter. Wish I had the £££ to buy those chinos but you can get good quality ones from the high street too.


BURBERRY



LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...