July 16, 2021

Roma Fashion Week Luglio 2021. The Best Of. ATXV, Gentile Catone, Caterina Moro.

 


Come anticipatovi qualche giorno fa, ecco un approfondimento del meglio ( secondo me) della Roma Fashion Week Lulgio 2021 organizzata da Altaroma negli studi di Cinecitta'. Vi invito anche (nuovamente) ad accedere alla piattaforma digitale su cui ( ri) vedervi le sfilate, garudare le immagini delle collezioni etc... Infatti, caduta anche l'ultima barriera dell'accessibilita' alle sfilate, penso che sia impoprtante oltre alla selezione che vi presento che scegliate e decidiate da voi. Tre sono i brand che non mi sarei perso in calendario se avessi avuto la possibilita' di assistere  solo a due eventi: ATXV, Gentile Catone e Caterina Moro.

I primi due brand sono stati finalisti del concorso di scouting Who Is On Next? in collaborazione con Vogue Italia e Caterina Moro e' presente alla manifestazione dal gennaio 2019. ATXV ha vinto nella categoria abbigliamento con una collezione gender neutral, caratterizzata da silhouette fluide, drappeggiate, tagliate o circolari che abbracciano il corpo senza distinzione tra maschile e femminile.




Gentile Catone ritorna a Roma dopo l'esperienza della sfilata collettiva Rome is Runway nel gennaio 2020 con un acollezione ispirata ad Emily Dickinson e alla sua catalogazioni floreale. Una collezione grintosa ma anche romantica, onirica ma anche vestibile e pratica. Non vi fate trarre in inganno infatti dallo styling con borchie e guanti da dark lady ma concentrate lo sguardo sulle eccellenti stampe e la silhouette giovane e femminile.




Chiudiamo la selezione della Roma Fashion Week Luglio 2021 con la demi-couture Caterina Moro che seguiamo fin dal suo debutto in passerella nel gennaio 2019. Anche per la stagione S/S 22 e' la natura ad ispirare la designer romana. Dopo le atmosfere islandesi di 6 mesi fa con Heima, caratterizzata da foglie e funghi, ritorniano nelle amate stnmosfere mediterranee con Pancratium Maritimum - il giglio di mare.

                            

La stampa creata in collaborazione con l'artista Lucamaleonte  impreziosisce testtuti leggeri, freschi e sostenibili come lino, seta e georgette di poliestere riciclato. Non manca il plisse', immancabile 'firma' della stilista, su gonne, top e implapbili trench - un altro caposaldo delle collezioni Caterina Moro. Alla palette di colori neutra, - bianco, sabbia e beige - si affiancano dei colori vivaci, dal lime al bluette ed il lilla. 




Anche la maglieria jacquard in cotone biologico fa capolino in passerella ad accompagnare i tessuti della collezione certificati Waste-mark a sottolineare la sostenibilita' e armonia con l'ambiente che da sempre fa parte del DNA del brand.

July 12, 2021

Roma Fashion Week by Altaroma Luglio 2021. Tendenze, Glamour e Sostenibilita'.

 


Si e' conclusa con successo l'edizione di Luglio 2021 della Roma Fashion Week, organizzata da AltaRoma. Finalmente un'edizione 'in presenza' e che ha potuto sfruttare la bellezza e le potenzialita' degli studi di Cinecitta', sopratutto all'aperto. 

Se infatti gia' lo scorso gennaio la Roma Fashion Week, finito il suo lungo tragitto di riposizionamento, ha dimostrato come trasformare un problema ( lockdown e la pandemia) in un'opportunita' trasferendo  le sfilate in streaming e rendendole visivamente 'screen-friendly', il poter finalmente accogliere di nuovo un pubblico di stampa e addetti ai lavori e usare location esterne ha dato un'ulteriore spinta alla qualita' della manifestazione. Il lavoro di scouting degli scorsi anni, la selezione dei brand che sfilano, che presentano le loro collezioni al Showcase,  lo spazio concesso alle Accademie di Moda e Who Is on Next in collaborazione con Vogue Italia fanno della Roma Fashion Week un punto di riferimento unico nel panorama nazionale.

Nei prossimi giorni andremo in dettaglio nelle collezioni che hanno sflano e nel 'best of'. Con questo breve post volevo sottolineare il definito salto di qualita' che e' stato fatto e incoraggiare tutti a guardare la manifestazione con occhi nuovi ed ad apprezzare sopratutto la piattaforma online Digital Runway su cui guardare e riguardare le sfilate, le foto e leggere i comunicati stampa. Volenti o nolneti il mix di digital e presenza fisica restera' per un bel po', visto che ne beneficiano sia gli addetti i lavori, i brand e la Roma Fashion Week stessa. 

Personalmente spero di poter assistere di persona all'edizione di gennaio 2022 e poter scrivere anche di tutti quei particolari che inevitabilmente sfuggono attraverso uno schermo.

June 18, 2021

Roma Fashion Week Luglio 2021. Digitale a Fisica o Phygital

 

Nonostante le restrizioni e i cambi di regole, negli ultimi 18 mesi la Roma Fashion Week e' cresciuta e migliorata. Non tanto nei contenuti, che sono sempre stati di alta qualita', ma nel format. Infatti la piattaforma digitale creata da AltaRoma non solo ha reso le sfilate fruibili a distanza ma ha aperto la manifestazione a 360 gradi e al mondo. Una piattaforma ben fatta persino migliore di quella di Londra. Inoltre l'aver mantenuto il format delle sfilate, anche senza pubblico, e' stata la decisione vincente. Infatti nonostante i vari esperimenti di presentazioni, video e fashion film tentati da altre fashion week, la classica sfilata e' ancora il mezzo di comunicazione piu' immediato e potente del mood di una collezione.


Per l'edizione estiva di luglio 2021, la Roma Fashion Week fa un ulteriore passo avanti unendo il format digitale con la presenza degli addetti ai lavori, in numero limitato, ma che sono una rinnovata presenza piu' che benvenuta. Infatti ogni settimana della moda e' anche occasione di networking, di nuove conoscenze e scambi creativi in prima persona. Oltre al fatto che che dove c'e' una passerella o un palcoscenico deve anche esserci un pubblico affinche' il format sia veramente completo. C'e' chi la chiama con l'accattivante nome phygital, divertente neologismo, questa nuova modalita'. Io sono molto contento ed orgoglioso che nuovamente la Roma Fashion Week organizzata da AltaRoma stia ancora crescendo e facendo molto meglio di tante altre settimane della moda europee e non.


Io, dal mio canto, mi sintonizzero', in live-streaming o in differita per seguire anche questa edizione estiva e questo blog, come ormai da tradizione, tornera' in vita in occasione della Roma Fashion Week.

March 2, 2021

Heima. Caterina Moro F/W '21. Lusso Quotidiano e Domestico.


Caterina Moro ha creato probabilmente la collezione piu' bella e poetica di sempre del brand. La collezione 'Wood' dello scorso anno rimane una delle mie preferite ma quella mostrata la scorsa settimana l'ha sorpassata. Infatti, la stilista romana ed il suo team, hanno saputo raccontare la collezione A/I '21 e mostrarla con un video-lookbook-sfilata eccellente, da qui tanti altri brand dovrebbero imparare. Prendetevi 7 minuti per guardare la 'sfilata' in fondo all'articolo.


Heima, casa in islandese, e' l'ispirazione della collezione. Un invito a ritrovare quel rapporto familiare con la natura, che nei in questi 12 mesi, a volte e' mancato ed altre e' stato l'unico rifugio concesso al di fuori delle mure domestiche. La natura non son solo circonda i look ma diventa un elemento portante dei capi stessi. Le stampe infatti , create in collaborazione con l' artista Germano Serafini, rielaborano foglie e funghi, come aquerelli, dando un tocco di leggerezza ai capi.


Un altro concetto chiave della collezione e' quello di lusso quotidiano. Capi fatti per essere comodi, indossati tutti giorni ma con cura dei dettagli, sartrilaita' e qualita' dei tessuti. Un'eleganza sussurata che non ha bisogno di mettersi in mostra o gridare.



 

Immancabile e' il plisse', declinato in denim ed organdi nei trench coat - i miei pezzi preferiti-  in jersey e crepe.


Heima e' una di quelle collezioni che va vista e rivista per conglierne tutti i dettagli e il lavoro certosino che si naconde tra le pieghe, gli orli e le cuciture di ongi capo.



February 21, 2021

Maison Luigi Barbone. I Fiori dell' Alta Moda sbocciano alla Roma Fashion Week Febbraio 2021.



La Roma Fashion Week ha definitivamente cambiato identita' ed e' diventata piattaforma di lancio, sostegno e scouting di nuovi brand a tutto tondo. Questo ha significato l'assenza di sfilate di Alta Moda, come e' sempre stato nelle edizioni passate. Maison Luigi Borbone e' l'eccezione che conferma la regola. Un ritorno a sorpresa ed attesissimo che non ha deluso le aspettive, nonostante il format in streaming e a porte chiuse. Infatti se e' complesso riuscire a cogliere il mood e il contenuto di una collezione ready-to-wear a distanza, ancora piu' arduo e' il compito per l'Alta Moda.

Fortunatamente  il modo in cui la sfilata e' stata filmata, il ritmo lento e cadenzato, hanno dato tempo e opportunita' per apprezzare la collezione S/S '21 ' Il fiore che non ho mai colto' di Maison Luigi Borbone. Ad essere sincero, prima di scriverne, ho riguardato il video della sfilata e le foto svariate volte, per rendere giustiza ai capi e al grandissimo lavoro che c'e'  stato dietro. L'essenza dell' Alta Moda infatti e' nei dettagli e nel movimento.


Il fiore e il giardino che il titolo suggerisce sono una suggestione, uno spunto di riflessione sugli ultimi dodici mesi, sui momenti ed occasioni mancate, a causa delle restrizioni della pandemia. Ogni look si sarebbe potuto 'cogliere' l'anno scorso ma e' dovuto rimanere nell'armadio. Con ottimismo, ora, Luigi Borbone invita le donne a vestirsi ed indossare quegli abiti che sono stati messi 'in attesa'.

Popeline di cotone, seta nelle sue molteplici declinazioni (georgette, cady e crepe de chine) sono i tessuti principali delle 22 uscite, punteggiate dai bagliori della maglia crystal net e Swarovsky, diventata negli anni, la firma dello stilista. Camicie, pantaloni a palazzo, alla zuava, gonne-pantalone, abiti mini e maxi creano un giardino ideale in cui ogni fiore e pianta sono unici cosi' come l'individualita' di chi li indossa. 




La magia e' stata creata con maestria in passerella da Luigi Borbone. Ora spero che si traduca in realta' e che le sue clienti storiche e nuove, siano incoraggiate ad andare in atelier per toccare con  mano, provare e indossare la collezione

February 20, 2021

Roma Fashion Week Febbraio 2021. Alexander Blanc, Gall, Francesca Cottone. Chiusura di Calendario.


Si conclude l'edizione invernale della Roma Fashion Week. La prima completamente in streaming, a porte chiuse e 'agganciata' a Pitti Uomo Immagine e Milano Moda Donna.
I numeri sembrano confermare che questo format ha funzionato bene, nonostante le restrizione della pandemia. Si sono contati 50.000 utenti online, 157 tra buyer, showroom e concept-stores e 190 giornalisti accreditati.

La Roma Fashion Week Febbraio 2021 e' stata un'edizione di ispirazioni ad ampio spettro. Dai viaggi reali e fantastici della prima giornata al chiaroscuro dei sentimenti della seconda. La chiusura di calendario non e' stata da meno

Alexander Blanc presenta una collezione che scavalca la stagionalita' e gioca a sottrarre piuttosto che comunicare per addizione. Capi in numero limitato come le stampe, i tessuti e la palette di colori. Sono le silhouette ed i dettagli a parlare: scollature,  pois, la stampa giardino disegnata a mano, le cinture ed i gioielli di recupero. Particolare attenzione alla sartorialita' di trench, giacche, camicie che con la maglieria costituiscono i capi di punta della collezione.




Dalla sottrazione degli elementi alla sovrapposizione di strati, per proteggersi e nascondersi come in un nido. Questo e' il concetto che Justin Gall, designer del brand Gall, esplora con la collezione 'Nydia'.  Ogni look infatti si fa riparo dal mondo esterno e cura dello spazio interiore. 


La visione del brand si traduce in capispalla che spaziano dai trench, ai blazer fino ai piu' tecnici piumini. Sono questi ultimi, in particolare, che dimostrano la capacita' del designer nel concepire capi modulari, che si possono regolare, trasformare in varie lunghezze e volumi. Anche i colori ci parlano di elementi primordiali come la realta' esterna e il mondo interiore; bianco, nero e colori della terra.

 


Infine Francesca Cottone fa sfilare una collezione che unisce, armonicamente, istinto e ragione. Capispalla sartoriali e completi, dai tagli precisi e fluidi vanno a bracetto con texture e colori  vivaci. Pelliccia sintetica ed eco-pelle si alternano a maxi check e tartan, dando un tocco contemporaneo alla silhouette classica ed unisex. Infatti la forza del marchio risiede nel vestire indistintamente l'uomo e la donna, poche' quello che conta e' la qualita' della manifattura e del modello.