October 15, 2017

Quel Maglioncino Non e' Semplicemente Azzurro...E' effettivamente Ceruleo


Finite le sfilate SS'18, finalmente possiamo  tornare alle basi, vivere in sincronia con la stagione che stiamo vivendo e fare shopping e inmdossare capi e look autunno/inverno. Il ceruleo non e' trendy - il rosso si - ma la celeberrima citazione del 'Il Diavolo Veste Prada' serve a sottolineare come anche la maglieria non e' immune dai trend e dalle influenze delle passerelle.


Da fiero possessore di un maglione navy/blue della collezione J.W Anderson x Uniqlo - e' diventata la mia uniforme 'off-duty'- e lavorando giornalmente in un grande negozio di abbigliamento - River Island - gia' da fine agosto ho maglie, maglioni e cardigan davanti agli occhi e tra le mani. Ecco a seguire una guida per immagini del miglior knitwear d'autore che sta influenzando le proposte fast fashion in vendita.

Cable Knit - Trecce

BURBERRY


MANSUR GAVRIEL

J.W.ANDERSON


Turtle neck - Collo Alto

CHLOE'

STELLA McCARTNEY

MM6 MAISON MARGIELA

September 24, 2017

London Fashion Week Diaries. SS18


Il girone delle settimane della moda e' quasi al termine al ritmo delle dirette e delle stories di Instagram. Essendomi messo l'anima in pace con il fatto di non poter competere in velocita' nel dare il mio punto di vista con chi lo fa 24/7 e come primo lavoro,  posso pero', con i miei tempi, ripescare marchi, fatti ed eventi che i nostri feed globali hanno ingurgitato e dimenticato, con  con l'obiettivo di approfondirli brevemente.

L'immagine di apertura, a parte il mio collage molto 'fai-da-te', apparentemente non ha alcun legame con la settiomana della moda, ma non e' cosi'; Rihanna, a Londra in occasione del lancio della linea beauty Fenty, durante la LFW, ha indossato un abito Molly Goddard. Conosciuta solo da chi la segue dal suo esordio nel 2015, me compreso, finalmente il marchio, che ha gia' un discreto successo commerciale, comincia ad avere anche quell'esposizione mediatica che lo fara' crescere ancora di piu', oltre ad essere riconosciuto anche dai non addetti ai lavori.




July 13, 2017

AltaRoma Luglio 2017. A.I. Prove Tecniche di Trasmissione


A.I. Artisanal Intelligence, il progetto di arte, moda, ricerca e artiginato curato da Clara Tosi Pamphili e Alessio de' Navasquez, ha di nuovo creato, nell'edizione di luglio di AltaRoma,un momento di di calma e razionalita', a bilanciare la velocita' delle sfilate e delle condivisioni sui social media di foto e video sfuocati.
Questa la forza di A.I. che continua ad offrire agli addetti ai lavori e al pubblico spunti di riflessione sul passato, presente e futuro della moda e sul suo rapporto con il mondo che la circonda. Dopo le suggestioni di bottega e artigianali di A.I. Studio' di gennaio, questa volta il focus e' sui tentativi e le prove che i designer affrontano nell'atto di creare una cnuova collezione e dei costumi di scena, ispirandosi alle prove tecniche di trasmissione della Rai degli anni '70.



Il percorso coinvolge l'artista Isabella Ducrot, il costumista Gianluca Falaschi, 10 designer contemporanei e l'Accademia di Costume e Moda , la Sartoria Farani e The One dimostrando come anche la prova e non solo la trasmissione, sia in se' perfetta e importante, momento di creativita' e di infinite possibilita' e come moda e costumi di scena siano in realta' facce della stessa medaglia visto che il mondo e' palcoscenico e ' l'abito fa il monaco' anche nella vita reale.

July 9, 2017

AltaRoma Luglio 2017. Renato Balestra, le Principesse ed il Blue.


Nero, giallo e melograno. Una palette di colori limitata che esalta lo stile e l'ispirazione fiabesca 'Princess Collection' di Renato Balestra. Ricami, nastri e pizzi arricchiscono ogni look con leggerezza e classe, ne accentuano la silhouette e lo rendono regale.






Se fosse possibile nominerei Balestra come ' Re di Roma' ad honorem, dopo questa edizione, vista la sua determinazione nel continuare a promuovere Roma e AltaRoma, non solo sfilando, ma anche contribuendo al progetto' Be Blue Be Balestra' alla sua terza edizione. Iniziativa iniziata nel 2013 con designer emergenti,  proseguita nel 2014 con gli allievi dell'Accademia di Costume e Moda,  che sono stati coinvolti anche in questa edizione. Cinque allievi del Master di Alta Moda e cinque del Master in Design degli  Accessori hanno avuto accesso all'archivio della Maison per trarre ispirazione nel creare abiti e accessori dal colore blu. Vincitori della competione, Vasiliki Grammenou per la moda e Li Kexuan per gli accessori.



AltaRoma Luglio 2017. Clorofilia. Marco Grisolia e l'Armonia.


Difficile se non impossibile descrivere solo a parole un evento multisensoriale e immersivo come Clorofilia, in cui moda, arte, luci, suoni e fotografia sono una cosa sola. Nell'ambito degli eventi In Town di AltaRoma, Clorofilia ha unito quattro artisti per lanciare un messaggio di armonia e pace con la natura e il mondo e si conferma come uno degli eventi piu' interessanti del calendario 'fuori passerella', a seguito dell'evento dell'edizione di gennaio, organizzato dallo stesso team.


Centrale la capsule collection 'senza stagione' (l'etichetta FW18 e' una convenzione)  di Marco Grisolia che ha deciso di non far uscire un comunicato stampa con la descrizione della collezione ma rende tutto piu' semplice, lasciando  a chi la guarda e  di dargli il proprio significato e a chi la indossa la liberta' di scegliere questo o quel capo anche solo per il loro valore estetico. 

(N.d.R. Le immagini del lookbook mi sono arrivate a fine maggio e volendo scriverne un paio di settimane fa, notando che nella mail non c'era il cs, ho mandato una mail all'uffucio stampa che mi ha fatto sapere che non c'era cs per una scelta del designer.)

 

Alba, mezzoggiorno, crepuscolo e notte; questi quattro momenti scandiscono l'installazione Clorofilia. Momenti creati e catturati dagli elemnti botanici di Antonio Panella, il paesaggio sonoro di John B.Arnold e la serie fotografica di Marco D'Amico spingono a riflettere sulla necessita' di stabilire un rapporto positivo e responsabile con la Natura.





July 7, 2017

AltaRoma Luglio 2017. Vincitori Who Is On Next Donna.


ACT  N° 1 vince il contest Who is On Next in collaborazione con Vogue Italia per la categoria abbigliamento donna, nella seconda giornata di sfilate, dopo l'apertura di ieri con i marchi che hanno partecipato alla gara negli anni passati.

Brand nato nel 2016 e disegnato dal duo Luca Lin e Galib Gasanov prosegue il trend che vede vincere brand prodotti in Italia ma come Miahatami , di origine iraniana che vinse lo scorso anno. Questo forse, a dimostrazione che l'unione tra l'alta qualita' della produzione e della formazione italiana, unita alla creativita' multiculturale da ottimi risultati e sta creando, speriamo, i brand italiani del futuro. 

Ispirati dalle reciproche culture, quella cinese e quella dell'Azerbaihan, i due stilisti hanno fatto sfilare una collezione  destrutturata, caratterizzata da abiti, top, gonne e pataloni sovrapposti tra loro e mixati ma legati assieme dal filo conduttore delle stampe tradizionali e folkloristiche dei paesi d'origine dei designer.






Interessanti anche le proposte romantiche di Davide Grillo, gli elaborati outfit ricamati e stampati di CORA e il mix di maglieria e denim di Marco Rambaldi.

DAVIDE GRILLO




CORA



MARCO RAMBALDI










LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...