February 8, 2017

Millennials à la mode. Fendi e Dolce Gabbana li corteggiano.


Nella settimana in cui tutti si spellano le mani a commentare, nel bene e nel male il festival di Sanremo, zitto zitto il mondo della moda non solo si prepara all'ennesimo giro di sfilate - settimana della moda  donna AW17 - ma scopriremo quale altro brand saltera' sul 'carrozzone acchiappa Millennials' - come se fossero Pokémon . 

Devo ammettere di aver sentito etichettare la nuova generazione cosi' da un bel po' di tempo, ma senza mai soffermarmi ed approfondire di cosa si trattasse - dall'origine del nome alla rilevanza del fenomeno. nell'arco delle scorse tre settimane pero' i Millennials sono stati il fulcro dell'attenzione di due mega brand - Dolce e Gabbana prima e Fendi poi - che li ha messi alcentro di una piattaforma online, l'uno, e direttamente in passerella, l'altro. Da qui la mia curiosita': se vengono spesi milgiaia di €€€ per attrarre i Millennials, vorra' dire che hanno e avranno un peso e sono un fenomeno e una fetta di mercato che non si puo' piu' ignorare.

Ecco alcuni dati per capire di cosa stiamo parlando.
  • Sono chiamati cosi' tutti coloro che hanno tra i 18 e i 34 anni.
  • Il nome deriva dal far coincidere l'anno 2000 con la classe di nuovi diplomati (17enni quindi e 34enni ad oggi)
  • Ce ne sono 1.8 miliardi al mondo, di cui 11 milioni in Italia, 80 negli stati Uniti e 385 in Cina.


Fendi ha lanciato il 6 febbraio la piattaforma multimediale -  IG, Youtube e Snapchat - F is for... suddivisa in 5 sezioni con relative emoji( Faces, Fulgor, Freedom, Freaks, Fearless) che, intelligentemente, non vuole vendere nulla al suo target ma far conoscere il marchio seguendo una strategia di comuciazione familiare ai Millennials ( che comunque sembra non amino essere definiti cosi'). Curatissimi i contenuti, immagini scattate con iPhone7, una serie di eventi pianificati per unificare digitale e reale e con la mia Roma bella come 'heritage' del marchio.





Stategia diversa quella di Dolce e Gabbana, in linea comunque con l'identita' del brand e le precedenti operazioni di marketing, che dopo aver piazzato ben 21 Millennials di rilievo sui social media in prima fila alla sfilata SS17 , come gia' fecero con i blogger, e nella relativa campagna pubblicitaria, lo scorso gennaio, durante Milano Moda Uomo, li ha mandati in passerella, principi e principesse di Instagram - da Cameron Dallas ai ' figli di'; Presley Gerber ( figlio di Cindy Crawford!), Rafferty Law ( figlio di Jude Law), brandon Thomas Lee ( figlio di Pamela Anderson e Tommy Lee).






Per chi si occupa di moda quindi, ritengo che questa 'onda Millennials' sia da osservare, seguire, e capire  con attenzione, anche se come me, non ne fate parte (per pochi anni) o pensate che non vi riguardi.

No comments:

Post a Comment

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...