February 1, 2016

AltaRoma Gennaio 2016. L72 e i Finalisti di WION


Sono tornato da poche ore da AltaRoma e a caldo mando on-line il primo post sui nuovi brand che a luglio scorso hanno partecipato come finalisti a 'Who is On Next',  il concorso di scouting di Vogue Italia e AltaRoma. L'edizione di gennaio vede il vincitore e i finalisti (vecchi e nuovi) salire nuovamente in passerella per presentare un'anteprima della collezione FW16/17. Per questo motivo li ho riuniti tutti assieme ed anche per avere una panoramica di insieme sulle diverse collezioni e inspirazioni.



L72
Vincitore dell'edizione 2015, il marchio L72, nella persona di Lee Wood, ha come punto di partenza della collezione la dea dell'aqua Vellamo, che controlla i venti, le maree e le tempeste. Silhouette femminili anni'50 si alternano allo sporstwear e alla sartorialita' di taglio maschile con stampe e ricami che richiamano le onde,lo scintillio del mare ed il suo movimento.


L'ispirazione marina si sviluppa poi attorno a tre film, in cui il mare la fa da padrone cosi' come una figura femminile forte e volita. - 'Lezioni di Piano', 'La scelta di 'Sophie' e 'La Tempesta Perfetta'- rendendo i riferimenti della collezione ed i suoi look attuali.




GRETA BOLDINI

Finalista di WION 2013, Greta Boldini di Alex Flagella, continua a sfilare a Roma, per la gioia degli addetti ai lavori, con una collezione che esplora nuovamente la sensualita' femminile, con un mix di arte e cultura. Sono la  Isabelle di 'The Dreamers' e le sculture ieratiche di Brancusi i due poli tra cui si muove la collezione: colori accesi e vivaci ma anche total black, abiti sensuali e a stampa floreale e abiti BCBG sotto al ginocchio.



LUCA SCIASCIA

Lo spirito pop surreale di Luca Sciascia ha portato un soffio di spensieratezza e allegria in passerella con la collezione 'Promise Me', caratterizzata da colori pastello che ricordano le caramelle, ironiche stampe bunny e cappotti destrutturati, il pezzo forte della collezione, che fanno da contrappunto ad abiti stutturati e alle linee asciutte di leggings in pailette.


GIUSEPPE DI MORABITO

Flora e Flora Meretix; due facce della stessa medaglia, due modi opposti di essere femminile. Morabito si ispira alla Flora della tradizione, la dea dei fiori e della primavera, nelle uscite dai colori tenui del rosa cipria, verde pistacchio e alla Flora Meretrix romana, anticonformista e spregiudicata che veste di nero, rosso e verde smeraldo. Le due figure sono unite dai fiori, ricamati, stampati o applicati, su ogni look, i cui volumi giocano al contrasto - maxi cappotti di lana e abiti fluidi, pizzi e organza che si alternano a pattern di pelli cromate.



MIAORAN

Il gendereless arriva anche a WION, con la collezione unisex di Miaoran che gioca con i volumi maxi di cappotti e pantaloni, la maglieria oversize e la precisione del layering che bilancia perfettamente i volumi oversize dei look mandati in passerella.



No comments:

Post a Comment

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...