January 31, 2017

Altaroma Gennaio 2017. Prêt-à-porter alla riscossa.


In un'edizione in cui l'Alta Moda ha giocato 'a nascondino', nascosta nelle ricche sale degli alberghi di lusso, location fuori mano o in orari tardi, sono stati i brand di prêt-à-porter, figli di Who Is On Next, che hanno dominato questa edizione invernale di AltaRoma, con il risultato, straniante per alcuni, di rendere l'atmosferadel quartier generale delle sfilate, il Guido Reni Distric di fronte al museo Maxxi, dinamica, giovanile, moderna, da addetti ai lavori e molto ' street'. Fenomenale la lista dei designer che hanno sfilato, non solo i finalisti ed i vincitori della scorsa stagione di WION ma anche delle edizioni precenti- 2014, 2013 fino ad arrivare al 2010 ed il 2008! - ad ulteriore conferma di come questo progetto di scouting sia valido ed efficace e come Roma sia la citta'  giusta per accogliere brand nuovi ed in ascesa.
Eccovi una sintesi delle collezioni F/W 17/18 andate in passerella.

BROGNANO
Mix di maschile e femminile. Stampe geometriche e floreali. Tessuti couture e tecnici.



MIAHATANI
An oasis in the desert
Ispirazione nomade. Stampa effetto mosaico e lavorazioni intrecciate effetto  tappeto.




PARDEN'S
Colour Retro Future
Assimetrie, blocchi di colore e geometrie barocche pugliesi.




EDITHMARCEL
Diptych
Outifit unisex, contrasto di tessuti, silhouette lunghe e corte.




GRETA BOLDINI
Come Falene
Suggestioni anni'40, sartorialita', tessuti raffinati




MARIANNA CIMINI
La Teoria del Bambu'
Equilibrio tra bianco e nero, austerita', semplicita'. Fragilita' e tenacia



Arnoldo Battois
Halftones
Suggestioni glamour e vintage, dettagli veneziani, stampe floreali e di animali. Mix i tessuti e volumi inaspettati.




MORFOSIS
Imperfezioni
Raffinatezza ed eclettismo. Femminilita' sofisticata e grintosa.






No comments:

Post a Comment

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...